Zeena Schreck, 2008: il satanismo, la magia sessuale, il sadomasochismo, le messe nere e la questione di genere…

Fonte: Solve et Coagula N 4, pubblicazione ufficiale del Campo Baphomet dell’O.T.O.
Equinozio autunnale del 2008, Buenos Aires
Questa è un’intervista realizzata da Kiki Scar in Solve et Coagula N 4, pubblicazione ufficiale del Campo Baphomet dell’Ordo Templi Orientis (OTO). Equinozio autunnale del 2008, Buenos Aires a Zeena Schrek, figlia di Anton Szdor La Vey, fondatore della Church of Satan (Chiesa di Satana).

La maggior parte dei satanisti crede davvero in Satana?
In primo luogo, le parole “Satana” e “Satanismo” vengono sputate a caso, senza esaminare il concetto che c’e dietro o fuori dal contesto, quindi risulta imprescindibile definire di cosa stiamo parlando.
Per esempio, per un mago nero tibetano, non avrebbe nessun senso il concetto giudeocristiano di “Satana”. Satana ha questo senso solo nella società in cui viviamo,influenzata dalle religioni abramitiche del giudaismo, islamismo e cristianesimo. Io personalmente non risuono con l’idea di Satana, per lo meno non più di quanto si può esserlo con una semplice e familiare figura mitologica facile da comprendere per coloro che non hanno studi sufficienti nelle Arti Magiche,
Come Sacerdotessa del Tempio di Set (TOS) riconosco il Principe delle Tenebre nella sua forma più antica, Set. Set per me è la sua descrizione storica più precisa, dato che la prima forma è stata registrata dall’umanità. Nonostante, ogni cultura del pianeta a la sua propria ed unica visione del principio di Oscurità, e sono tutte valide allo stesso modo.
Addizionalmente, esiste una varietà di divinità oscura femminile delle quali mi nutro come una maga nera, includendo a Kali hindù, la babilonese Tiamat e Lilita, la Nordica Hel e molte altre.

Il satanismo è una mera inversione del cristianesimo?
La maggior parte di coloro che dicono di praticare il “satanismo”, stanno solo ribellandosi contro la cultura e l’educazione cristiana, adottando per se il simbolo più odiato di questa cultura. Questa ribellione è un salutare primo passo verso una rottura con la mentalità massificata, ma soltanto se è un inizio ed una base.
Troppa gente si lascia in una posizione di comodità, limitandosi a negare la società, i suoi genitori, maestri ed altre figure autoritarie. Però solo pochi trascendono questo stato per aspirare all’iniziazione delle Arti Nere. Coloro che credono che la Pratica delle Arti Nere si limiti a vestire di nero, rasarsi la testa e ostentare pentagrammi e altri simboli d’identificazione istantanea in realtà non fanno altro che interpretare un personaggio.
Sono atei vestiti di nero, che non si preoccupano troppo per la pratica reale della magia.
L’iniziazione può aver luogo solo quando uno assume di essere realmente originale, separato dai clichè culturali.
Il vero cammino dell’Iniziazione del Sentiero della Mano Sinistra, è un cammino interiore di natura metafisica. Il Sentiero di Mano Sinistra è antecedente al cristianesimo di cento anni, quindi nella sua forma più pura non è ne a favore ne contro di esso.

I Satanisti credono nella Magia?
Sono una maga nera, quindi la magia è ovviamente il nucleo della mia vita.
La utilizzo in tutti gli aspetti della mia esistenza. Per me, la magia è il nucleo della filosofia spirituale del Sentiero della Mano Sinistra. Riguardo alla idea di “credere”, è qualcosa di alieno alla mia comprensione dell’universo. Niente dovrebbe essere “creduto” passivamente.

MAGIA SESSUALE

Qual è il ruolo della magia sessuale nel satanismo a differenza della wicca o del paganesimo?
Il sesso, per la strega e per lo stregone, non ha ne più ne meno importanza di qualsiasi altro strumento del suo arsenale. Molte delle fantasie create intorno alle orgie sataniche sono nate dall’immaginazione repressa e sedata del mondo secolare. Così come molte persone represse hanno bisogno di uno stimolo fantasmagorico per poter godere liberamente.
Così come “satanismo”, “paganesimo” e “wicca”, sono termini con una grande carica, e anche se vengono ampiamente utilizzati, generalmente non hanno un significato. Avendo conosciuto personalmente molti che si considerano pagano o wiccani, posso dire che la differenza di base tra l’uso che fanno della magia sessuale, e quella dei maghi neri, si basa nel contrasto tra i sentieri della mano destra e sinistra. Per essere sintetica, definirò il sentiero della mano destra come l’utilizzo della magia nera per avvicinarci alla coscienza cosmica, che è stata chiamata Madre Terra, la Dea, la Natura, etc…
Da parte sua, il mago nero o il setiano, cercano di separare la loro psiche dall’unificazione spirituale del nirvana. Cercano convertirsi in un essere separato e auto-creato, immortale, liberato nel mondo naturale, mentre il setiano/mago nero cerca l’auto-deificazione oltre il mondo naturale.
Ho dedicato gran parte della mia vita a buttare giù i miti diffamatori riguardo la mia religione, quindi mi sono trovata con molti i quali, automaticamente, credono che i maghi neri approvino pratiche come importunare i bambini, zoofilia, pratiche sessuali forzate ed altri atti criminali. Lasciatemi chiarire che queste pratiche non hanno avuto niente a che vedere con la vera magia nera. Tutta l’idea è una fantasia, una leggenda urbana senza base reale.

In cosa si differenzia la magia sessuale dal resto di rituali magici?
Il sesso è un ingrediente molto potente quando si introduce nel mondo magico. Fatto tra due persone psicologicamente equilibrate, la magia sessuale può essere la forma più potente o diretta per proiettare la tua volontà nell’universo. Nonostante, se tutti o qualcuno dei partecipanti mancano di stabilità, o non sono sicuri di se stessi e della loro identità sessuale, i risultati possono essere catastrofici.
La magia sessuale è un’arma a doppio taglio. Le intense azioni attivate dall’incontro sessuale possono focalizzare come nient’altro la volontà del mago, ma anche distrarla. Se non si ha una vita sessuale attiva, e si utilizza il rituale solo per fare sesso, l’unica cosa magica che raggiunge è la liberazione fisica dell’orgasmo.
E’ vero che la maggior parte della magia sessuale è ispirata nel Tantra? E in questo caso, qual è la differenza? Perché sarebbe preferibile studiare magia sessuale invece del Tantra?
Il Tantra è solo un aspetto dell’ampio spettro della tecnologia spirituale indù, e nonostante la credenza popolare non si limita al sesso. La forma specifica di Tantra relazionata con la magia sessuale è un sistema di stregoneria sessuale che è evoluto durante migliaia di anni. Nonostante, non penso che per i maghi neri occidentali possa essere imprescindibile, neanche desiderabile, l’utilizzazione delle terminologie arcaiche e simbologie indù con il fine di dominare la magia sessuale. E’ possibile che il mago si senta più esotico per il fatto di impiegare una terminologia strana, per me p sempre meglio rendere le cose più semplici e dirette possibili. Questa è la politica dell’Ordine del Leviatano, nel contesto del Tempio di Set.
La tradizione tantrica ha influenzato il concetto indo-europeo di magia sessuale. Per esempio, ci sono forme scandinave di magia sessuale che ebbero origine in questa tradizione
Non si può parlare di Magia sessuale senza riferirsi a Aliester Crowley e all’ O.T.O originale dell’inizio del secolo XX. Crowley basicamente prese in prestito le idee tantriche e le mischiò con corrispondenze ermetiche e cabalistiche , il che dal mio punto di vista non è necessario per la pratica della magia sessuale. Il Tempio di Set non possiede un piano di studi ufficiale riguardo alla magia sessuale, si preferisce lasciare che ogni iniziato sperimenti il suo metodo privato, se lo desidera.

La magia sessuale ha applicazioni specifiche?
Tante quante l’immaginazione del mago sia capace di concepire. Ho utilizzato la magia sessuale per creare cambiamenti positivi nella mia vita come per canalizzare in potenziale erotico come energia distruttiva. Altri propositi sono stati l’evocazione di una determinata entità, la divinazione, la de- programmazione ed anche isolarmi mentalmente dalle influenze esterne.

Ho scoperto che per essere effettiva, la magia sessuale non deve necessariamente realizzarsi quando ne sia a conoscenza il mio partner. Dalla prospettiva femminile, c’e de guadagnare con la seduzione di un partner sprovveduto. Mi sono nutrita dell’energia persa dall’orgasmo del mio partner, mente si trovava in una stato mentale debilitato e certe idee lo sottomettevano a me, senza nessuna necessità di persuasione cosciente.
Al contrario, ci sono volte che le lavoro con un altro mago nero che condivide i miei obiettivi per i risultati della Opera. La mia relazione con il mio “complice criminale” e marito, affonda le sue radici nella tradizione della magia sessuale. Attraverso il lavoro con qualcuno che sia connesso spiritualmente a me, e condividendo le mete, gli effetti della nostra magia sessuale vengono duplicati e sono doppiamente efficaci.
Hai sperimentato qualche effetto negativo lavorando con la magia sado-masochista? C’e qualcosa in particolare a cui bisogna stare attenti?
I pericoli della magia SM sono gli stessi di qualsiasi altra forma di magia sessuale. Stai trattando con attrazioni ed emozioni che implicano qualcuno che sia oltre te, e il mezzo delle Arti Oscure è molto delicato. In sé, la magia sessuale porta ad una confusione delle emozioni, affari appassionati, segnali interpretati male e sentimenti rifiutati. Però è precisamente la chimica che crea questi rischi, quello che rende la magia sessuale uno strumento tanto potente. Il fatto che la magia SM risvegli tanto interesse prova due cose:
1. Il sesso è come una bomba atomica, un arma potente che allo stesso tempo affascina e spaventa, Temiamo farlo funzionare ma abbiamo tutti il dito sul bottone.
2. Nonostante il fatto che molti maghi del Sentiero della Mano Sinistra pratichino magia SM, vivono ancora alla mercé di una civilizzazione occidentale del Sentiero Destro, di cui il suo senso di colpa si assorbe osmoticamente. Questo implica la necessità di lavoro extra per equilibrare la razionalità e la maturità con la autentica innocenza che si può trovare nella nostra memoria più recondita, molto prima di apprendere le nozioni di quello che per la società è “corretto” e “scorretto”.

Esistono gli incubi ed i succubi o è una metafora?
L’esistenza di queste creature è qualcosa di interamente soggettivo. Incubo e succubo sono termini creati dalla Chiesa Cattolica per semplificare la estesa e complessa storia degli esseri spirituali non umani.
Per conseguenza, sono termini culturalmente limitati. La psiche umana ha avuto sempre esperienze magiche e soggettive con questi esseri, che vanno da Lilita babilonica fino a Pan degli elleni
L’inseminazione della Vergine da parte di Jehovà, per fare un esempio, potrebbe essere descritta come un caso di incubo.
Come si relaziona la magia sessuale con il sadomasochismo?
Il sadomasochismo può arricchire la magia sessuale nella misura in cui sia un feticcio che risvegli il tuo interesse. E’ solo un altro strumento erotico nell’arsenale del mago, e non è neanche necessario per arrivare ad essere maghi sessuali potenti. L’obiettivo, con qualsiasi tipo di magia, è non crogiolarti in un’ossessione particolare per il solo fatto di farlo, ma piuttosto scegliere il metodo più adatto per raggiungere un obiettivo in particolare.

Esiste qualche correlazione tra un rituale SM e la magia sessuale?
Nel portare una maschera di cuoio, con o senza il resto della parnafernalia, non c’e nessuna evidenza di essere davanti a una qualche forma di magia sessuale reale, anche se alcuni trovano più facile realizzare le loro fantasie quando interviene un fattore di teatralizzazione. Io pratico SM, e questo non implica sempre che debba trattarsi di un rituale, anche se d’altra parte pratico magia e non ho bisogno dell’influenza dell’SM in tutti i miei lavori.
Personalmente, quando sono dell’umore per essere sadica in materia strettamente sessuale, odio vestirmi con l’uniforme obbligatorio che pare essere di rigore nell’underground feticista. Come in tutto quello che faccio, quando sono al comando mi gusta creare le mie regole.

Si può parlare di un’evoluzione parallela tra sadomasochisti e satanisti, che sia culturale o di qualche tipo, magari rituale?
Il primo parallelismo che vedo è che entrambi hanno passato dall’essere tabù sub culturali, a guadagnare una certa accettazione nell’”opinione pubblica”. Quando ascoltate dibattere questi temi in programmi televisivi, vi rendete conto di che la loro aura di proibizione non esiste più.
Come protagonista, ho visto come entrambi i fenomeni sono passati dall’essere semplicemente innominabili a chic, mentre la società americana si è annoiata di loro ogni giorno di più. Suppongo anche che sia stata la mia stessa noia che rende le versioni del Satanismo e S/M degli anni 90, così tediose per me.
Nel regno della cultura pop/satanica degli anni 60’ la linea che separava la supposta religione Satanica da un club che glorificava il sesso era molto sottile. Apparentemente, molti dei clubs marginali di spanking cos’ come i venditori di guinzagli, fruste e corde, pensavano che questa linea non esistesse, se proviamo a giudicare dai cataloghi e riviste che inviavano regolarmente alla Chiesa di Satana. C’e da ricordare che quello che adesso è tanto di moda, allora era decisamente illegale.
A quei tempi molti si sono uniti alla Chiesa di Satana credendo che il demonio avrebbe approvato i vari feticismi, schifati dalla società. Di fatto molti dei rituali e “psicodrammi” erano disegnati per soddisfare la gente, finchè mio padre, il defunto Anton LaVey, stanco di placare una banda di flippati con nevrosi sessuali, mise fine ai rituali pubblici della Chiesa di Satana che si realizzavano in casa.
La relazione tra la gente a cui piace sentire dolore e la gente a cui piace usare tuniche nere, cominciò molto prima della Chiesa di Satana. Negli anni 20’, Parigi aveva attrazioni turistiche molto popolari ,dove per un prezzo adatto si potevano apprezzare dalle messe nere fino alle performance di bondage e disciplina.

Il Sentiero della Mano Sinistra è per lo studente serio di Magia Nera una vera ricerca religiosa, e non può essere simile a questi divertenti ma superficiali passatempo. La Chiesa di Satana, le Messe Nere francesi e le pagliacciate del club inglese HellFire, erano soprattutto forme di intrattenimento audace. L’uso esoterico del potente erotismo del piacere/dolore, nel contesto dei rituali di magia nera, è qualcosa di totalmente differente, e non deve essere preso alla leggera.
Molti sadomasochisti descrivono i loro rituali in termini spirituali; alcuni praticano anche S/M nel contesto delle varie religioni pagane. Potrebbe questa versione spirituale del S/M estendersi al Satanismo?
Se ti stai riferendo a coloro che glorificano la sofferenza del corpo come esperienza mistica, si tratta di qualcosa di controproducente, almeno per il mago nero. Oggigiorno qualsiasi tatuaggio, piercing o scarnificazione rituale è considerato come qualcosa di “spirituale”, nel confuso senso New Age della parola. L’orribile impatto che ha oggi la mentalità del “ModernoPrimitivismo” rende qualsiasi persona che si pianti qualcosa nei genitali come uno della fila dei “visonari”. Molte di queste nozioni appaiono essere lievemente ispirate dai rituali dei nativi americani i quali per la loro stessa essenza si trovano nel sentiero della Mano Destra.
Quelle che chiamiamo religioni pagane sono praticate nell’attualità senza nessun rispetto per la fedeltà storica, accecate da un romanticismo politicamente corretto. Io sarei a favore del recupero dei genuini baccanali dionisiaci, di lupercalia romani, o delle cerimonie azteche in onore a Tezxalipoca. Prima che l’adulterazione schiavizzata che oggi si vuole far passare per paganesimo, preferisco la cosa reale.
MESSA NERA

Da quello che ho letto sembra che i satanisti considerino la Messa Nera come un pervertito rituale da dilettanti, mentre i sadomasochisti lo considerano un rituale. E’ realmente una combinazione d’entrambi o è qualcos’altro? La sua finalità è principalmente quella di tagliare i lacci con il cattolicesimo ed il cristianesimo, o ha un proposito di magia sessuale che va oltre tutto questo?
La messa nera è veramente la cosa più noiosa ed irrilevante tra le distorsioni cattoliche del Sentiero della Mano Sinistra. Se sei cresciuta in un convento può essere che tu ottenga un qualche beneficio dalla Messa Nera, che per me è una cerimonia che non significa nulla.
Si tratta di una invenzione della chiesa cattolica, e la sua natura sessuale è soltanto un eco degradato delle religioni pre-cristiane, che ovviamente avevano una visione meno negativa della sessualità.

GENERE

Le descrizioni della magia sessuale che ho letto parlano quasi sempre di un mago maschile e di un accolito femminile. In cosa sono diversi i rituali quando il mago è una donna?

La maggior parte dei manuali occidentali di magia sessuale sono stati scritti da uomini, e da qui c’è la preponderanza per tecniche orientate a qualcosa di maschile, però ovviamente, sono tecniche che possono essere praticate da una maga e dal suo accolito maschile.
La tradizione della stregoneria sessuale è di grande importanza nelle Arti Oscure, ed è molto differente dalla visione amante della madre terra femminista. Io vedo alla Maga Nera come ad una guerriera ed un predatrice, molto lontana dalla figura sociale benevolente, pacifica e materna.
Io non sento di vivere in una società oppressiva e patriarcale che giudica le donne. Come Strega nera, creo il mio proprio universo al di là delle circostanze per i miei propri fini. Lamentarsi per quello che ci è toccato nella vita è avere una mentalità da vittima.

C’e da accettare, si che la vita non è giusta. Però ho imparato che una donna bella ed intelligente può arrivare dove non arrivano la maggior parte degli uomini. Non ho mai sentito nessuna solidarietà con qualche fittizia “fratellanza femminile”. Una vera Maga Nera va oltre tutto questo, a causa della mia attitudine davanti alla vita e della mia propria iniziazione personale, molti membri di entrambi i sessi mi hanno descritto come una “puttana fredda e senza sentimenti”. Non sai quanto questo mi faccia male…
http://www.zeena.eu/

Annunci

Intervista a Francesco Saverio Ferrara, artista ed illustratore dell’edizione italiana de “La Bibbia dell’Avversario”

  • Cosa rappresenta per te il disegno?

Il disegno è uno strumento per analizzare il mondo. Ognuno dovrebbe esercitare la pratica del disegno, una figlia conoscerebbe meglio la forma del naso della madre, i dettagli che compongono una barca, una moglie scoprirebbe un neo sulla gamba del marito.
È il veicolo attraverso il quale gli universi generati dalla mente accedono al mondo reale. In un disegno l’impossibile diventa possibile: un canguro può pilotare un aereo e Goethe può dichiararsi a Cher. Il compito di un disegnatore professionista non è quello di produrre un bel disegno per ottenere il “wow” del pubblico, piuttosto si deve preoccupare di rappresentare, attraverso le doti tecniche affinate nel tempo, questi infiniti e fantastici mondi così che qualcuno, vedendone uno che ha soltanto immaginato, possa sentirsi a casa.

 

  • Parlaci della tua formazione e del tuo stile che, mi sembra d’individuare, rievochi epoche passate con un simbolismo rivisitato riguardo alla forma umana, alle forme della natura ed alla morte.

Ciò che più mi diverte è alterare la forma umana. Il corpo è uno strumento efficacissimo per comunicare un messaggio. Un uomo muscoloso ci comunica la forza dei suoi sentimenti (Michelangelo), una donna elegante nelle forme ci rende partecipi della sua nobiltà d’animo (Leonardo).
La natura, nei miei mondi, non è Madre. È, invece, una forza caotica e incurante degli esseri che la abitano. Non regala nulla e travolge tutto in maniera democratica e distruggendo ogni cosa conserva, invariata, la sua tremenda bellezza.

La morte, in questo scenario, è una presenza costante. Punizione e liberazione, stato di grazia e tumulto, un serpente che si arrotola su sé stesso sibilando la sua presenza.

 

  • Un’opinione sul Sentiero della Mano Sinistra ed il panorama esoterico italiano attuale.

La filosofia luciferiana incarna la conoscenza, il potere spirituale, la saggezza e la purezza. Il movimento si pone come obiettivo la creazione di una società in cui non ci sono primi né ultimi, attraverso l’impegno, il miglioramento costante, la sperimentazione, la condivisione. Tutti princìpi fondamentali del modello degli antichi greci, il popolo più intelligente mai esistito. Esoterico è sempre stato accompagnato da occulto, oscuro, concetti a noi molto cari per la carica emotiva di cui sono composti. Ma, per i tempi odierni, credo sia ora di uscire dall’ombra.

  • Che progetti stai portando avanti ed a che tipo di progetto vorresti partecipare?

Sto concludendo le illustrazioni del mio romanzo: Victor Usseldinger, l’Araldo di Satana, un viaggio nella Germania del ‘400 tra guerra, oppressione e… un grande amore.
Per il futuro conto di legarmi esclusivamente a realtà editoriali come Hekate, nelle quali mi sento molto a mio agio. Ci sono ali membranose che aspettano di essere spiegate.

 

Anteprima di “Amanyon Luciferian” di Bill Duvendack

Amanyon Luciferino

Lucifero è Venere al mattino
Quando il grigio velo del crepuscolo
s’infiltra nel suolo
Facendo strada all’alba.
Questo è bene tenere in mente
Perché forse è si dimostra che
Lucifero è una donna, o un androgino
Come la maggior parte degli altri angeli.

BILL DUVENDACK
Quarto Grimorio

Storia
Capitolo primo

“Della prima disobbedienza dell’uomo, e del frutto”
– John Milton, Paradise Lost

Prima di cominciare il nostro excursus tra le connessioni, i parallelismi e le possibili sintesi di Lucifero ed Amaymon, dobbiamo prima condividere informazioni fondamentali che portano tutti noi a scrivere queste pagine. Sto lavorando con un presupposto, quindi, ed è quello che la maggior parte di voi sia già familiare con una, o con entrambe le  entità. Considerando questo presupposto, tratterò soltanto dettagli superficiali mentre ne discuto. In ogni caso, se non sapete molto al riguardo, c’e molto materiale disponibile, sia cartaceo che in formato digitale. Sappiate, semplicemente, che questa è la ragione per cui non scendo in profondità come potrei parlando di entrambi. L’informazione di base serve soltanto a creare un terreno comune per il resto del mio saggio.

UNA BREVE STORIA DI LUCIFERO

Il titolo di Lucifero “portatore di Luce” ci permette di iniziare da lui, e così farò, Non c’e molto da dire su Lucifero che non sia già stato detto, anche da me, o da molti altri occultisti negli ultimo venti anni e non solo, per ben oltre qualche secolo.. .(segue)

Introduzione al Grimorio Terzo: Alchimia di Lucifer Amaymon di Joseph Curtis

L’Alchimia di Lucifer Amaymon
di Edgard Kerval

Terzo Grimorio

O Poderoso Re Amaymon!
Portatore della fiamma nera della saggezza,
Ti invoco tramite il sigillo segreto
Con il proposito di risvegliare la tua sacra conoscenza,
Amaymon materializza la tua presenza in quest’incenso
Nello specchio di ossidiana che è la porta d’ingresso,
Amaymon aprimi le porte,
del labirinto della tua gnosi interiore.

E’ molto difficile camminare sul doloroso sentiero dell’auto-deificazione, attraversando i muri dell’ignoranza e delle limitazioni.
Per questa ragione ho scritto questo libro: per rendere possibile ad ognuno la ricerca del proprio cammino, in modo da poter esplorare l’ineffabile luce di Lucifero e imparare come dissetarsi nella sua luminosa oscurità per auto-liberarsi da tali elementi che arrestano lo sviluppo dell’individuo a diversi livelli nell’arco della vita.
Lavorare con Lucifer-Amaymon è elevare la quintessenza dell’uomo, l’emanazione della torcia nera che diffonde le sue fiamme nel deserto dove cammina l’adepto cercando la luce interiore che lo guidi o la guidi a cibarsi d’ogni cosa fino a divenire un dio o una dea su questo piano.
In quel momento è quando, il fuoco di Lucifero è esaltato e glorificato dalla Volontà del Magus.
Nei lavori che seguiranno con l’Alchimia Luciferina tramite la maschera deifica di Amaymon, mi riferisco a diverse porte d’ingresso, invisibili atavismi e poderose esplorazioni.
Il completo bilanciamento dell’equilibrio interore che si raggiunge lavorando con Lucifer Amaymon si comprende attraverso il poderoso metodo di riunire il maschile ed il femminile tramite una profonda esplorazione dei sensi ed un duro processo di disciplina e risveglio interiore che ci aiuta nella ricerca del fuoco prometeico che brucia dentro di noi.
Questo fuoco è un’emanazione che ci porta verso i templi interiori e alla scoperta di mondi sconosciuti, strutture ctoniche che strappano i veli negativi che ci impediscono di osservare l’esistenza e collocarci oltre lo spazio-tempo, portandoci nei loro templi Astrali e mostrandoci il segreto della loro conoscenza.
Tramite questi lavori, l’adepto cerca l’auto-trasformazione nella fiamma di Lucifero che rappresenta il suo bilanciamento materiale e spirituale.
La conoscenza ottenuta attraverso il duro lavoro con Lucifer Amaymon comincia con il processo di trasmutazione, un profondo sviluppo interiore .
L’Alchimia Luciferina crea cambiamenti costanti dal punto di vista spirituale,mentale e fisico e  guida l’adepto nel processo di destrutturazione del Sole Nero ,e , attraverso il lavoro magico della Via della Mano  Sinistra, ad imparare e conoscere i propri metodi identificandosi con le poderose energie di Lucifer-Amaymon…

 

Introduzione all’Alchimia di Halo e Horn, secondo Grimorio di Joseph Curtis

Alchimia di Halo & Horn

Questa è la vera essenza dell’Avversario
L’oppositore di Dio e del Diavolo
Questo è esattamente il modo in cui l’avversario
oppone la sua forza all’illusione della dualità
perché è la totalità.
L’oppositore è umano, e l’umanità è l’Anticristo:
Questo è il mio Eone e quindi, il vostro.

Kurtis Joseph
Secondo grimorio

Introduzione
Capitolo I

E così parlò Lucifero:
Niente di nuovo sotto il sole. La tirannia e l’oppressione affrontate dall’umanità sono aumentate mentre veniva tenuta lontana dalla propria evoluzione e dal suo divenire.
Ho osservato, ancora ed ancora, questa crescita della schiavitù fin dai suoi esordi. Molto spesso ho dato all’uomo la mia mano per riscattarlo. Vedi, senza la lotta per evoluzione attraverso l’oppressione non esisterebbe nessuna spinta al divenire ed il potenziale si accumulerebbe senza innescare alcun processo.
Sebbene non ne sia in alcun modo la causa, ne ho permesso l’effetto.
Questo è ciò che alla fine ha illuminato la porta della liberazione e l’espansione della coscienza così come la percepiamo.
Nella collettività c’e la consapevolezza del fatto che qualcosa è certamente sbagliato, e questo affiora nella mente cosciente di molti. Questa consapevolezza è assolutamente terrificante per la maggior parte, poiché rivela il grave pericolo che si nasconde dietro la falsa sicurezza fornita dai sistemi di controllo religiosi e governativi. È davvero un terrore necessario. È attraverso l’impeto del terrore e della disperazione che lo spirito del contraddittorio si risveglia per combattere per il solo combattimento, nel momento senza paura della morte. Il risveglio alla grande scala del terrore e la sua fonte in effetti elimineranno completamente l’umanità dalla paura. I tavoli nei Templi dei cambiavalute saranno girati e poi le pareti di quei templi cadranno a causa del pugno di ferro degli spiriti infernali….

Introduzione al Grimoire di Amaymon di E.A Koetting – da “I Guardiani della Nove Porte”

Grimoire di Amaymon

Creatura del fuoco,
Spirito del fuoco,
Demone de fuoco,
Elemento del fuoco,
Ti chiamo su questo piano;
Ti invoco, adesso!
Alzati e vieni a noi!

E.A KOETTING
Grimorio primo

Introduzione

Mi sono preparato alla stesura di questo grimorio tramite il digiuno e molta meditazione riguardo a come procedere.
Il grimorio, in effetti, era pronto prima di me grazie ad una penna per buttare giù qualsiasi cosa si manifestasse.
Il mio Tempio era pieno di nebbia e foschia dato che gli spiriti dell’Aria arrivano più facilmente, così che mi immersi nell’acqua in modo da far arrivare più facilmente tutti gli spiriti per fare in modo che si manifestassero e materializzassero nel modo che desideravano, tutti attorno a me.
Chiamai ognuno di loro.
Chiamai tutti e nove i Custodi.
Il cuore e la mente erano uniti. Il Pensiero e la Volontà erano uniti.

“Io invoco Archaelus”, dissi all’aria umida, chiamando il Dio che sono perché discendesse su di me.
“Io ti invoco. Io ti invoco. Io mi invoco. Io sto arrivando. Io sono arrivato!” – ho urlato, come se mi attraversasse una scarica elettrica.
“Alash tad al’ash tal ashtu!” –  ripetevo ancora e, ancora. Ho ripetuto all’infinito, invocando il parole dell’Antichi che ci vincolano e creano ponti tra i nostri mondi.
“La mia spada è la tua spada. Sono la tua spada!
Sono la potente spada del giusto giudizio, sono dedicato al Grande Vecchio Serpente.
Padre, onora le parole dell’Antica Alleanza. Alash tad al’ash tal ashtu. ”

Davanti a me, potevo vedere l’Occhi del Dragone. Non nella mia testa o nella mia immaginazione magica, ma qui, nell’aria di fonte a me. Potevo vedere l’Occhio del Dragone osservandomi, scrutando dentro di me.

“Grazie!” – dissi, senza trovare le parole appropriate per rispondere all’occhio che sospeso tra le nebbie del mio Tempio”.  Intonai l’Invocazione di Tutti i Poteri.
“Itz rachu mantantu vespacha kaltamu. Itz ranta mant kala mant atzu belt tazu. Vaskalla itz ratzu kantantu velchatza!”
Il canto risvegliò antiche ed addormentate ombre:
Belial, Amaymon, Azazel, Abaddon, Lucifuge, Beelzebub, Baal, Asmodeus, Satan,” Chiamai i nomi del Dimenticato.
Belial, Amaymon, Azazel, Abaddon, Lucifuge, Beelzebub, Baal, Asmodeus, Satan, Belial, Lucifer Amaymon, Azazel, Abaddon, Lucifuge, Beelzebub, Baal, Asmodeus, Satan, Belial, Amaymon, Azazel, Abaddon, Lucifuge, Beelzebub, Baal, Asmodeus, Satan. Vi offro la spada dei miei ante passati. Vi offro la spada dei miei predecessori. Vi offro il sangue della mia linea di sangue”

Come i buchi neri che si svegliano, tutti e nove i Custodi emersero dall’oscurità nel mio Tempio, circondandomi mentre mi sedevo centrato nell’Universale Cerchio, che in origine era chiamata il Cerchio dei Patti.“Itz racha Belial,” – sussurrai le parole che invocano il primo custode, il cui cancello era stato aperto dentro di me, che detiene ilchiave per il pozzo senza fondo.
L’essenza di Belial si condensò dal buco della serratura oltre l’esistenza e guizzava come un pesce che salta dalla calma superficie delle acque e atterrandonel Tempio davanti a me in una forma manifesta.
Immediatamente all’arrivo Belial si abbassò sul ginocchio sinistro, non in adorazione ma in riconoscimento.“Ho attraversato il cancello di Belial”  -dissi,e le parole passavano attraverso di me più che uscire dalla mia bocca.
“Ho affrontato l’avversità con e senza il suo aiuto. Belial disse di resistere ed io, ho resistito. Ho lasciato da parte la mia vita, la mia casa, il mio Tempio. Ho messo da parte la mia mente, la mia anima, il mio corpo. Mi sono messo da parte. Ho trovato un altro essere con un altro Sé . Ho conosciuto un altro aspetto della divinità che sono, per Belial – e grazie a Belial – ho scatato illusioni edd illusioniPer Belial – a causa di Belial – hogettare illusione e delusioni, che sono la stessa cosa. Grazie, Belial. Adesso, vado avanti e vado avanti. tu, Belial. Ora, vado avanti, esco ed esco.Belial, tu che sei senza  padrone e senza prezzo, posa le tue mani su di me.La forma di Belial divenne oscurità manifesta, un portale aperto sugli altri Custodi.
Il suo lavoro con me era compiuto, per il momento.

“Lucifero-AMaymon, maestro, portatore di Luce, Signore del Sole Nero”
Chiamai quel Custode che scintillò nella propria oscurità e poi, se ne andò lasciandomi intravedere il prossimo Custode. Posa le tue mani su di me. Azazel, oscurità antica, prominente forza, donatore della luce e del fuoco, e le armi degli degli uomini perché anche noi possiamo diventare dei. In effetti, siamo diventati dei, davvero. Azazel, siamo diventati dei e ora come dei. Apri questo portale, questa punto di partenza di noi stessi per portarti attraverso di noi in questo mondo.
“Abbadon, il Distruttore, colui che detiene le chiavi del Pozzo senza Fondo. Colui che perse le sue catene e riportò il Demonio su questa terra. Abbadon!”

Si udì un rimore nel Tempio, come si il pavimento crollasse, spezzato in due, verso l’abisso.

“Lucifuge, Signore dei Patti ,Signore degli Eccessi, scriba dell’Inferno, vieni a me!” I tre demoni-cornuti si alzarono dall’abisso, dalla profonda oscurità del mondo sotterraneo,sibilando come vapore che fugge da un Pozzo.

“Beelzebup, Signore delle Mosche, Principe dei Demoni, vieni a me e psa le tue mani su di me. Baal, Signore, Governatore, vieni a me e posa le tue mani su di me. Asmodeus, angelo mortale della lussuria e dell’ira, vieni a me. Asmodeus, dal sangue bollente, guerriero appassionato vieni a me e posa su di me le tue mani. Satana, avversario, la Fine. Posa le tue mani su di me.

Rimasi centrato nel cerchio, toccato dai nove spiriti della trasformazione, le nove porte dell’immortalità, e sentì l’estasi.

“La porta di Belial è aperta e rimarrà aperta per me durante l’eternità” – dichiarai – 2No, non potrò mai uscirne, perché Io sono la Porta, Io sono diventato la Porta. Adesso, mi dirigo verso la Porta di Amaymon”

“Lucifero-Amaymon” – chiamai il nome completo del più segreto dei Guardiani – Lucifero- Amaymon! Amaymon. Amaimon. Amoyom, Amon, Amun, Aamom, Signore della Torre Nera dell’Est. Baal Hammon, Testa di Ram, il Dio dalle Due Corna. Luce nascosta e Signore del Sole Nero. Occhio del Dragone, respiro di veleno, Camera segreta del Dio Nascosto. Amaymon, tu sei la camera nera, tu sei il niente nell’oscurità che è vuota eppure tu Amaymon sei la luce unica nella luce che non può essere vista, la luce che non può essere ascoltata, la luce chenon può essere conosciuta. La luce del Sole Nero che è sempre, e non è.
Amaymon è qui in silenzio. Non avevo preparato un simile congiuro, ma prima mi ero preparato delle note storiografiche riguardo a queste entità eterne. Qualcos’altro ha dettato il resto.
Gli altri Guardiani delle porte sparirono quando tornai al mio abituale stato di coscienza e Amaymon prese il dominio sul mio Tempio. Una figura nere il cui abito è quanto di più oscuro abbia visto riguardo alle ombre e il suo velenoso respiro scaturì da quell’oscurità circondandomi. Questo non mi allarmò, ma non potevo respirare bene.
Nello stesso momento in sui tentai di inspirare la sua essenza mortifera, Amanyom  diede alla mia mente la comprensione di che mi avrebbe insegnato ogni segreto di quel velenoso respiro.
Mi sedetti con Amaymon e iniziò ad insegnarmi, silenziosamente.
Silenziosamente.
La sua voce, parla in silenzio.
Le sue parole non sono parole ma Conoscenza.

Copyright © 2018 Become A Living God.
All rights reserved – L’opera non può essere riprodotta in parte o totalmente senza l’esplicito consenso di chi detiene i diritti d’autore.

Prologo dal libro “Lucifer Amaymon” a cura di Timothy Donaghue

A cura dell’editore Timothy Donaghue
trad. Sara Ballini
Rapide raffiche di mitragliatrice rimbalzano sulle mura delle città in Siria occidentale.
Brata-tat-tat-tat-tat-tat-tat-tat-tat!

Alla mitragliatrice un omosessuale fuori dall’armadio profuma di zolfo e metallo, un profumo che è la firma di Lucifero. In questo momento, il suo esercito della guerriglia LGBT lotta contro gli omicidi Jiadhisti a sfondo omofobo dell’ISIS. Ne scaturisce una guerra omosessuale nelle strade della desertica città di Raqqa.
Una rivoluzione armata  arcobaleno imperversa nel cuore del Medio Oriente.

L’ULTIMO STADIO DEL FASCISMO
“Fascismo” è un termine che è stato lamentabilmente demonizzato come qualcosa di disprezzabile diventando un cliché nella dialettica politica Occidentale tra i guerrieri della tastiera. Quest’accusa è stata ugualmente rivolta a tutti, indiscriminatamente; dalle Feminazi di sinistra fino a i Neo-Nazi di destra – anche e soprattutto tra di loro. Ancora peggio, questo genere d’accuse viene rivolto da chi non ha mai studiato gli Antichi Romani, l’Italia, il Giappone o il Nazismo tedesco se non durante un anno di liceo e quindi con idee precotte e masticate da altri fino a creare un’enorme confusione.
In ogni caso, una definizione accurata può facilmente demistificare quest’isteria di massa.
Essenzialmente, fascismo non significa altro che iper-nazionalismo o iper-tribalismo o iper-imperialismo.
Un concetto che nasce nell’Impero Romano con l’etimologia latina, un fascio significa un mazzo di bastoni legati insieme a suggerire un’unione collettiva, con un ascia a capo che suggerisce la pena capitale per la quale era usata. Quest’ascia si riferisce ad una singola figura autoritaria e il mazzo di bastoni si riferiscono ai singoli cittadini patrioti che la supportano, come imperatore o come dittatore. Tra l’altro, connota un messaggio  serio e definitivo del tipo “entra o muori” o “con noi o contro di noi”. In questo modo, i fasci sono diventati l’icona di un impero o di una nazione per oltre un millennio. Per esempio, Il Partito Fascista Repubblicano ed il suo dittatore Benito Mussolini adornavano le lore bandiere con dei fasci; gli Stati uniti avevano due grossi fasci sulla faccita della Haouse of Representive e l’Emblema nazionale della francia contiene un fascio. Molte forze imperialiste dall’Antica Roma alla Francia all’Italia al Giappone alla Germania fino agli Stati Uniti hanno usato questa araldica: i fasci e l’aquila.

FASCISMO ATTUALE
Il vero fascismo ha numerosi segni che lo contraddistinguono:
– Patriottismo obbligatorio: il che include il servizio militare obbligatorio,parate militari, ritratti dei politici sui muri e saluti che lo contraddistinguono.

  • Venerazione per una figura autoriataria messianica:
    Questo “cavaliere bianco” si comporta come se fosse il salvatore di una nazione; ed usa un nome paternalistico come Il Duce, Furher or il Caro Leader.
  • L’invasione belligerante e l’occupazione di altre nazioni-stati
  • L’ossessione con la purezza razziale e la superiorità genertica; il che include disumani esperimenti genetici, teorie razziste, idealizzazione di una figura corporea, eugenetica…etc…
  • Genocidio e deportazione delle razze miste, disabili, queer, poveri, malati mentali, criminali, emigrati, persone con tare genetiche
  • Collusione tra corporazioni e stato
  • Propaganda: Stato di dominio stato di dominazione ideologica, che richiede una forma di revisionismo storico, la proibizione del libero pensiero e della libera opinione con un divieto riguardo alla letteratura dissidente e la classificazione di chi protesta come terrorista.
  • Religione obbligatoria: questo comprende l’assistenza ripetuta a funzioni religiose di preghiera,cerimonie, giorni santificati e leggi religiose.
  • Il ritorno di un paganismo ancestrale: questo può includere artefatti leggendari, interpretazioni letterali di mitologia creazionista e battaglie magiche.

Rimane da dire che l’ultimo – il ritorno al paganesimo – rimane neutrale ed aperto a interpretazioni contestuali; il paganesimo da solo non qualifica una persona come fascista, perché in questo caso sarebbe da includere anche l’autore stesso di questo testo.
Seguendo una rigorosa definizione anarchica, ogni singolo stato—nazione viene classificato come fascista in misura diversa a seconda del modo e del grado con cui impone la segregazione della specie umana in gruppi antagonisti e divide il pianeta Terra in territori artificiali come le celle di una prigione. Queste barriere artificiali interferiscono con l’accesso umano alle risorse naturali di cui tutti hanno bisogno per sopravvivere come specie animale libera. Pertanto uno stato-nazione come un’entità derubai l diritto ereditario degli esseri umani.In questo senso libertario primigenio, lo Stato nazionale in sé impone la povertà artificiale e criminalizza la stessa libertà di vivere, per non parlare della libertà di viaggiare e di associarsi tra le barriere create dall’uomo, così come la libertà di pensiero e d’argomento.

  • Quando gli uomini si asterranno dall’inventare artifizi per rimanere in uno stato di barbarie, solo allora, potranno gradualmente uscirne – Immanuel Kant

LA PRIMA LANTERNA DI’ LUCIFERO
Caro lettore, se ti trovi in un dilemma morale o politico, lascia che sia questa semplice massima a guidarti sotto la Lanterna Luciferina e far luce sul tuo viaggio: meno libertà non è mai la risposta.
In un sondaggio di paesi oggi due strani esempi di fascismo all’ultimo stadio dominano l’immaginazione Occidentale: Lo Stato Islamico e il Nord Corea. L’ultima è una reliquia calcificata del secolo passato. La sua storia in una frase: Il Giappone Imperialista colonizza la Corea nel 1910, quindi adottano l’ideologia fascista della superiorità razziale chiamandoli la “razza pi pura”, venerando un’autorità semi divina, e obbligando al servizio militare di leva; I Giapponesi sono al potere fino al 1945 ma questo fascismo anacronistico è stato preservato in Nord Corea come un raro dinosauro in un museo fino al 2018.
Per quanto riguarda “la madre di ogni male” come la chiama il secolari sta Sam Harris, lo Stato Islamico ovvero Daesh si basa sulla legge della Sharia, una ideologia fascista pietrificata in un fossile dal diciottesimo secolo. All’inizio di questo prologo, l’autore faceva riferimento alla Rivoluzione Arcobaleno che si respira a Raqqa, in Syria. Forse una storia può provvedere di un contesto questo conflitto dalla morbosa bellezza: Un Islamista Sunnita, chiamato Osama bin Laden fondò un collettivo militare chiamato Al Qaeda in Afghanistan nel 1988 con l’ambizione di fondo di stabilire un unico impero globale medievale basato nella sharia, secondo il califfato patriarcale:
1. Allah: Il maschio che governa la creazione.
2. Il Califfo: il maschio che governa lo stato
3. Il Padre: il maschio che governa la famiglia.

Come cave d’immaginare, molti musulmani non erano d’accordo con questa interpretazione estremista che caratterizza Allah con un genere maschile.
L’apparato di Al Qaeda in Iraq fu rinominato semplicemente Sato Islamico dell’Iraq (ISI) nel 2004; poi il paese vicino, la Siria, cadde nella guerra civile, l’ISI lo invase e lo sottomesse, chiamandolo Stato di Iraq e Siria (ISIS) nel 2013. ISIS raggiunse un nuovo alto livello di maschilismo tossico quando rapirono e sequestrarono giornalisti innocenti  e uccisero in maniera ritualistica omosessuali disarmati ed innocenti .
Filmarono queste morti nauseabonde, l’editarono tramite dei video e le spedirono ai familiari delle vittime dicendo: “Andate affanculo. Abbiamo ucciso i vostri figli. Combatteteci!”. In altre parole, attuarono come in con un comportamento classico dei terroristi psicopatici con una chiara missione politica e senza alcuna traccia d’empatia.

ANTIFASCISMO ATTUALE

Nel frattempo la Generazione del Millennio e la Generazione Z, è  familiare alle nuove tecnologie e socialmente evoluta nata e cresciuta come testimone delle precedenti sofferenze delle anteriori generazioni in Siria con le atrocità dell’ISIS; questi giovinastri vedono allo stesso tempo Youtube, Facebook e Twitter con isuoi secolarismi e i suoi stili di vita alternativi che sono diventati comuni nella civilizzazione Occidentale. Lo scontro monolitico di questi due modelli antitetici di cultura in Siria ha dato la nascita a una nuova generazione di fenici che risorgono dalle ceneri di questo paese ricco di petrolio. Un movimento rivoluzionario di guerriglia urbana ascende oggi in particolare contro i membri della comunità omosessuale Infatti, sono uniti sotto la bandiera rosa e arcobaleno in una milizia chiamata The Queer insurrection and Liberation Army nato a Raqqa nel 2017 – il nome abbreviato è TQILA e si pronuncia tequila. Insieme con una larga coalizione di forze ribelli hanno sfidato l’ISIS in battaglie cruciali e l’hanno addirittura obbligata a ritirarsi dalle terre occupate!
Per reiterarlo con una chiarezza cristallina: in un paese dove i Jiadisti hanno castrato ritualmente uomini trasformandoli in eunuchi per oltre dieci anni, un esercito della liberazione LGBT ha impugnato le armi contro di loro uscendone in buona misura vittoriosa. Possiamo soltanto immaginare questa insurrezione queer, portata avanti contro i barbuti guerrieri con gli anfibi e il testosterone impazzito dell’ISIS, ma piuttosto su come hanno fatto sputar loro le budella di fronte la mondo intero. I grossi, cattivi maschilisti hanno perso contro un gruppo sparuto di queers con armi datate.
Quando dichiararono la loro esistenza, TQILA rilasciò una fotografia accompagnata da un manifesto di una pagina. C’erano sette ribelli armati com maschere ed una scritta che urlava ai quattro venti: “Questi froci uccideranno i fascisti”.
Seguiva un piccolo manifesto che parafrasava:
I membri di TQULA hanno osservato con orrore come i fascisti e gli eserciti estremisti nel mondo hanno attaccato la comunità Queer ed ucciso moltissimi dei suoi membri dicendo che erano “malati”, “infermi” e “contro natura”. L’immagine dell’omosessuale buttato di sotto da un tetto e lapidato a morte dall’ISIS è qualcosa che non potevamo non osservare. Non è soltanto l’ISIS, i cui capi motivano con ragioni di ordine religioso i loro attacchi. I cristiani conservatori nel nord-ovest di tutto il mondo hanno attaccato la comunità LGBT*QI+ ne tentativo di farla tacere e sradicarla. Noi ci alziamo in solidarietà all’antifascismo, conto la tirannia e l’oppressione.
Caro lettore, lasciami insistere in piena e chiara sincerità e guardando dritto a questi ribelli, come ai più fighi, ai più coraggiosi, ai più Luciferino attualmente esistenti sulla terra. La loro è una battaglia protata avanti in solitudine perché l’essere umano evolva come specie ogni volta che una pallottola colpisce un fascista.
Una veggente può vedere la mano di Lucifero spingere il grilletto dei loro fucili.
Qualcosa di strano sta succedendo.

L’ULTIMO STADIO DELLA CELEBRITA’

Quel modo di dire “i più fighi” può sembrare inappropriato o forse pretenzioso in questo contesto ma è pertinente.  Riporta ad una domanda: cosa è figo? Convenzionalmente, figo vuol dire alla moda, ciò a dire una persona che mostra i segni della cultura del suo tempo. Comunque, questa definizione contraddice se stessa se si diventa fighi semplicemente comportandosi come seguaci. La gente di solito la riferisce a musicisti famosi, attori, e modelle così “figo” ma queste celebrità tipicamente impersonano uno stereotipo o un cliché che un team di statistici e un gruppo di specialisti di marketing ha costruito attraverso l’analisi della gente normale.
Ad esempio, il direttore di un azienda chiede ad un programmatore di formulare un bot che arriva ad un milione di account di Twittr di donne tra i 15 ed i 25 anni, questo raccogli i dieci temi più romantici e gli hashtag trovati nei loro tweets, quindi passa i risultata ad un autore fantasma di canzoni che li revisa in una canzone stonata, e una popstar canta questi testi su uno schermo con un microfono e quella fascia demografica di consumatrici sarà pronta a giurare che il loro cantante preferito può leggere nelle loro anime. I dirigenti di queste aziende si limitano a riciclare e ripetere la solita formula demografica. Questa superficialità, mancanza d’anima industrializzata circola come moneta nelle loro camere neoliberiste ed è la spiegazione del fatto che le celebrità usa e getta abbiano praticamente lo stesso suono in una spirale mortale di grandezza fasulla che accelera esponenzialmente come un’arma biologica virale. Questa tradizione del fare numero vuota si è cannibalizzata da sola quando è arrivato il concetto di “essere famosi per essere famosi” una razionalizzazione assurda atta a giustificare l’iper-nichilismo che arriva dall’ultimo stadio del concetto di “celebrità”. Per la prima volta in assoluto i contadini moderni vedono il mago dietro la tenda e scoprono una vecchia verità: chiunque detiene l’oro fa le regole, quella cultura “fredda” fino ad oggi è stata una formula di basata sulla demagogia di massa del ricco ozioso che discendeva da aristocratici antenati dai guanti bianchi e distribuiva pane e circhi.
L’errore fatale si verifica quanto Il Ricco non ha abbandonato la tradizione della celebrità per caste chiuse a favore di quella per merito ed ha permesso ai bambini ignoranti di diventare famosi per essere nati in una situazione di estremo privilegio, in altre parole i dirigenti non hanno cercato più di mascherare le loro stelle dietro al talento. In effetti, la cosa più irrispettosa verso la gente comune, è il fatto che abbiano agito come adolescenti con il cucchiaio d’oro. Il costo è stato però letale, e cioè, i contadini moderni hanno sobriamente riconosciuto in massa la loro posizione neo-feudale contemporanea in una società plutocratica. “Ma per cosa sono famosi? Sono dei marmocchi viziati!” grida praticamente chiunque.
L’antica virtù tribale della fama eroica diviene un vizio infamante per la prima volta.
Il mitico archetipo di un “viaggio dell’eroe” dove a il cavaliere bianco salva la tribù e riceve la gloria eterna culminata nei bambini del ricco che molestano i poveri impiegati di Walmart sulla televisione.
Dall’antica Grecia attraverso l’Inghilterra elisabettiana a Hollywood negli Stati Uniti, il teatro aveva sempre fornito uno spazio sicuro dove i contadini potevano volgarmente sminuire i loro padroni e fuggire dalla fatica cronicadella miserabile servitù, ma ora improvvisamente la televisione riflette la loro la schiavitù contro di loro e i loro padroni li piegavano in modo volgare. Non è più uno spettacolo ma una semplice realtà, cioè bambini bianchi piuttosto privilegiati. La finta freddezza si è fagocitata.
La celebrazione della ricchezza ereditata e dell’elitarismo sociale sono passati ad una modalità  démodé durante la notte.
Il lettore ricorderà la convenzionale definizione di “figo”: chi interpreta il proprio tempo che, nel caso del popolo vuol dire emulare una celebrità. Il lettore ricorderà anche che queste celebrità affittano semplicemente i loro corpi a corporazioni di direzioni aziendali che alla fine condividono il significato di un prodotto che detta ideologie, critiche e ottiche al di là dell’ego. Questa si chiama propaganda.
Capita di tempi delle tavolette scolpite in pietra in poi.
Questa fasulla cultura della celebrità in affitto ha raggiunto un punto di surriscaldamento fino a diventare incandescente e ora brucia rabbiosamente come l’acqua in un bollitore. Un colpo mortale fatalesi verifica in pieno giorno, le celebrità si impiccano letteralmente.Questo fenomeno morboso di tempi in cui persone famose escono da una scogliera uno dopo l’altro in una lunga fila di suicidi evidenzia una nuova filigrana nella cultura decadente. Quest’ umile autore lo chiama celebrità dello stadio avanzato.
Alla società civile è sempre sembrato strano quando Ricchi e Famosi soffrivano di depressione cronica, diventavano tossicodipendenti o avevano problemi di questo genere perché di soltio sembrano sontuosi e spensierati.
Questo si spiega letteralmente col fatto che hanno nutrito le loro anime col Leviatano del Vecchio Mondo.
Molti di questi artisti sanno perfettamente che la loro arte aiuta a fabbricare propaganda oltre che ad indottrinare nuove generazioni e i più nobili tra questi commettono Seppuku.
Si liberano da soli.
Questa idea principale merita un colpo di martello nietzschiano: fino a quando una classe di proprietà estremamente piccola dominerà  la produzione e la distribuzione,per sempre, sempre e solo loro diffonderanno la propaganda che giustifica epromuove il loro predominio economico e impone tale dominio attraverso gli stati-nazione moderni come hanno fatto attraverso regni medievali come hanno fatto attraverso i primi domini tribali.
“Ma Timothy! La propaganda implica la distribuzione dell’ideologia di stato, non delle corporazioni. Perché sei così cinico? Mangi cibi integrali e beviStarbucks e usi un laptop Apple per fare acquisti su Amazon con una carta della Wells Fargo. Non puoi semplicemente essere felice? ”
Calma il tuo cuore – rispondo – onestamente, il cianuro assomiglia allo zucchero.
Basta pillole rosse, prendi questa, nera.

LA SECONDA LAMPADA LUCIFERINA

Una seconda lampada luciferina per illuminare il tuo cammino: chiunque abbia il denaro in mano, detta le regole. Chi fa le regole non è chi ne detiene la proprietà intellettuale: le regole vengono fatta da chiunque paghi.
Così come la Celebrità e il Dirigente, il Politico affitta il suo corpo.
Un politico è una prostituta dal colletto bianco – direi un brutto insulto per qualsiasi onesto lavoratore e lavoratrice sessuale. Una prostituta affitta il suo corpo per crescere i suoi figli; un politico affitta i suoi voti per il suo terzo yacht.
Forse possiamo fare un indovinello sillogistico.
Tre persone siedono in una stanza: un politico, un militare di alto grado e un uomo ricco.
Chi di loro possiede il vero potere? Un cittadino può violare la legge senza mai essere preso, il che prova che il politico non detiene alcun potere. Un soldato può disertare l’esercito, il che prova che il generale non detiene alcun potere. Un essere umano però non può evitare la necessità di mangiare, il che vuol dire che chi davvero fa le regole è chi ha i soldi.
Il denaro è la materializzazione del potere.
Timothy nella BIBBIA dice, “Il potere è la radice d’ogni male”. Ma Timothy nel COMPENDIUM OF LUCIFER dice: Il denaro è la radice d’ogni potere – in un sistema fascista come lo stato-capitalista.
Per semplificarlo, quando lo Stato Islamico invase la Siria, quando presero il controllo del petrolio lo chiamarono “oro nero”. Perché chiunque ha i soldi, fa le regole.
Caro amico, tu vivi in una plutocrazia che affronta l’ultimo stadio.
Il dio greco-romano Pluto, chiamato anteriormente Ade, regnava nel sub mondo dove gli umani cercavano preziosi metalli, gemme, e pietre; che, col tempo venivano riconosciute come divinità del benessere economico. Questo termine plutocrazia deriva da questo mito: ploutos vuol dire benessere e kratia, autorità e potere. Abbastanza semplice, plutocrazia vuol dire che chi è ricco fa le regole, e chi fa le regole sulla terra è effettivamente, ricco.
Chiunque provi a dirti qualsiasi altra cosa simpatizza per il fascismo che p stato ancorato al fondo dell’oceano dei loro cuori attraverso l’indottrinamento creato per millenni.
Ma chi sono questi pochi dal fortunato destino che hanno ereditato il potere assoluto? Chi sono questi dei del sub mondo che detengono la produzione, la distribuzione, che sono i padroni del Pianeta Terra e, presto, di Marte?

L’ULTIMO STADIO DEL CAPITALISMO “C’è una guerra di classe, ma è la mia classe, la classe ricca, chesta facendo la guerra e stiamo vincendo “.-Warren Buffet, l’uomo più ricco del mondo

Che siano capitalisti, socialisti o misti, le realtà emergenti sull’estremadisparità di ricchezza spaventano tutti. Il miliardario Donald Trump ha vinto le sue elezioni presidenziali negli Stati Uniti in un impegno reazionario per ridistribuire federalmente i lavori da lavoratori senza documenti a poveri evangeliciCristiani attraverso la resurrezione di miniere di carbone morte, protezionismo commerciale,e deportazione dei migranti. Allo stesso tempo, futuristi techno-miliardari come Elon Musk, Richard Branson, Mark Zuckerberg, Chris Hughes, Stewart Butterfield e Bill Gates sposano l’idea di un reddito base universale per ogni cittadino per colmare un divario crescente di classe a causa del lavoro accelerato dall’automazione, che i prognostici avvertono, causerà un “apocalisse del lavoro”.
Indipendentemente dal fatto che il lettore si preoccupi personalmente della disuguaglianza,o se una redistribuzione del lavoro e un reddito di base universale aiuterebbero o danneggerebbero  la società, o se i robot artificialmente intelligenti sostituiranno in gran parte il lavoro umano, rimane un paradosso innegabile: perché questii titani dell’industria che guadagnano il profitto, i sussidi e il pizzico improvvisamente aspirano a “salvare posti di lavoro” e distribuiscono “denaro gratuito” a tutticonti bancari una volta al mese? Perché questi pazzi plutocrati si arrampicano allineare il cielo e la terra dall’alto dei loro troni sotterranei?
Hmmm … puoi sentirne l’odore? Un soffio di zolfo, una traccia di metallo, ilil profumo di firma di Lucifero si alza ancora; la sua presenza emerge come un ectoplasma.Qualcosa di strano sta succedendo.  In quattro parole demistifichiamo questo fenomeno e lasciamo che si spartiscano la torta:
“Qu’il mangent de la brioche” (“Che mangino le brioche” – si dice rispondesse Maria Antonietta informata di che il popolo non avesse pane, ndt).
Non si può fare a meno di immaginare ciò che fu decretato dalla regina di pietra, onnipotente, accaparra – soldi, “Che mangino la torta! “, per mezzo del quale il suo scudiero parcheggia una carrozza piena di brioche stantie  in una piazza della città per nutrire una massa agitata di affamati, non lavati soggetti – perché se i suoi contadini muoiono, chi coltiverà i suoi campi, chi pascolerà il bestiame e chi combatterà le sue guerre? O peggio, i contadini potrebbero finalmente unirsi in un l’esercito popolare e rovesciare la sua tirannia monarchica nel suo insieme.
Il proprietario sarebbe stato decapitato in un momento dai contadini francesi (in effetti lo fecero in un breve trionfo dello spirito umano chiamato la rivoluzione francese).
Ahimè,il proto-fascista Napoleone Bonaparte salì al potere imperiale in controtendenza colpo di stato che punteggiava un decennio di anarchia giacobina.
Per inciso: Maria Antonietta, la regina sposa del re Luigi XVI non disse questa infame citazione come di solito si credeva, ma piuttosto prima.
La principessa Marie-Thérèse sposò il re Luigi XIV nel 1660.Inoltre, questa citazione spesso mitizzata non decreta in realtà un reale distribuzione di pasticceria ai contadini. Le brioche costano molto di più del normale pane in epoca medievale, quindi i critici politici avrebbero erroneamente attribuito “Lasciate che loro mangino la torta “agli aristocratici come retorica per enfatizzare il loro privilegio implica che un ricco nobile vive in una bolla tale da non sapere che i servi non possono permettersi pasticceria di lusso. Come equivalente moderno, se First Lady Melania Trump avesse detto “Lascia che mangiano il caviale” come idea da combattere fame.